VIP home page

VIP-News

Notiziario del circolo VIP

Febbraio-marzo 1999

 

 

 

Articoli e rubriche: 

 San Valentino e ultime notizie

 Guarire con il Reiki

 Pensiero positivo - attrarre la felicità

 Yoga e vita quotidiana

 Nozioni di massaggio shiatsu

 Libri consigliati

 Ascoltati per voi

 

Home Page | Presentazione | Programmi | Vantaggi | Indice-News | Calendario attività

 

 

S. Valentino e ultime notizie

 

Cari amici,
Buon S. Valentino!

La nostra proposta del mese è quella di trascorrere questa giornata insieme. Vi proponiamo di fare a voi e al vostro partner un regalo veramente utile per la vostra relazione: partecipate insieme al seminario "Il Corso delle Relazioni". Ma attenzione, questo seminario è aperto anche a chi non ha ancora un partner, ai single che desiderano trascorrere questo giorno in compagnia di amici, imparando come si fa a sintonizzarsi con l'anima gemella. Ma ci si può davvero sintonizzare con "l'anima gemella"? Sì, se il canale è libero. Se ci si è liberati dai sensi di colpa, se si è riusciti a "perdonare" noi stessi e gli altri, se si sono comprese le lezioni del passato. Solo allora il canale è libero e ci si può mettere in comunicazione con il compagno giusto che forse ci sta aspettando per condividere con noi l'amore.

Sabato 13 febbraio (dalle 14.00 alle 18.00) e domenica 14 febbraio (dalle 10.00 alle 18.00) ci occuperemo della "Relazione d'Amore". Questo seminario, che conduciamo da due anni, a Torino e in Italia, è nato e cresciuto con noi. E noi mettiamo a disposizione la nostra esperienza di studio e di vita a chi cerca aiuto per migliorare la propria vita di relazione. A chi ha deciso di dire "Basta!" alla timidezza, alla paura del rifiuto o dell'abbandono. A chi vuole rinnovare o salvare la sua unione. A chi ha deciso di cambiare e di vivere le relazioni da "protagonista".

 Il 27 febbraio prende l'avvio il Seminario di 1 livello di REIKI. Una tecnica di guarigione di cui vi parliamo più avanti in questo numero.

Chi desiderasse prendere parte al seminario dovrà contattarci per tempo, in quanto è previsto un incontro prima del seminario (lunedì 22 febbraio alle ore 21.00). Il ricavato del seminario verrà interamente impiegato per l'adozione a distanza.

Il seminario "Vivificazione e Rinascita" si è arricchito di nuove tecniche di P.N.L. e punta l'attenzione sull'autostima, sulla risoluzione dei sensi di colpa per creare una "nuova immagine" di noi stessi, luminosa e " a colori", superando tutte le limitazioni che ci siamo imposta finora. La prossima data sarà il 6 e 7 marzo.

L'altra grande novità che vi proponiamo, a partire dal 20 marzo, è il Corso Professionale per operatori di massaggio "Massaggio Olistico VIP" (Ayurvedico, Shiatsu; Californiano), 50 ore di lezioni suddivise in 1 week-end più una serata al mese per un totale di 4 mesi di lavoro. Tra le materie: scienza dell'alimentazione, armonizzazione dei chakras, shiatsu, riflessologia plantare. Verranno date informazioni fiscali e commerciali per operare nel settore. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Il corso verrà tenuto dalla Psicologa Dott.ssa Domenica Mallone e dalla terapeuta Dott.ssa M. Luisa Mirabella.

Proseguono le serate di incontro con ... i nostri Angeli, (vedi il calendario). La Scuola VIP YOGA ha iniziato il secondo ciclo di lezioni, stiamo studiando la materialità e la spiritualità, gli Yama e i Niyama, la dieta yoga, Yoga Nidra e Hata Yoga.

E per concludere in bellezza siamo lieti di segnalarvi la "pagina degli acquisti", dove trovate le convenzioni che VIP ha concordato con alcuni esercizi commerciali (librerie, erboristerie, e attività affini). I nostri soci potranno (con la tessera del circolo) ottenere sconti e agevolazioni nei loro acquisti.

Telefonateci, per conoscerci, per avere informazioni aggiornate o specifiche, per un consiglio su crescita personale, spirituale, soluzione di problemi di coppia e di single.

Ora potete raggiungerci anche tramite Internet (E-mail a viviamoinpositivo@gmail.com.)

 

Marilù e Sergio

 

 

Il Reiki

I simboli segreti della consapevolezza

Guarire l'anima attraverso la calda, confortevole energia universale e rimarginare i traumi del nostro corpo per ottenere un completo benessere è l'obiettivo del Reiki, un antico metodo terapeutico orientale. Il Reiki (ki = "energia vitale"; rei = "universale", ma che nell'estensione a "Reiki-do" può essere tradotto come "La via della piena consapevolezza nel dare energia"), racchiude tutte le credenze orientali sulla vita che viene considerata come flusso continuo di energia. Secondo gli insegnamenti del Reiki per entrare in contatto con la fonte primaria di energia è indispensabile ricevere le armonizzazioni, i simboli e le tecniche che ne permettono il collegamento. Chiunque può ricevere le armonizzazioni e ritrasmetterle. Chi ha ricevuto le attivazioni parla di risultati incredibili. Esiste una nutrita casistica di soggetti affetti da diverse patologie, che dopo essersi sottoposti al Reiki hanno ottenuto grandi benefici.

Il Reiki, oggi sempre più diffuso nei paesi occidentali, si basa su due principi fondamentali: innanzi tutto ogni sofferenza fisica è collegata ad un malessere dello spirito e secondariamente per vincere il dolore bisogna ricongiungersi all'armonia che regola l'universo. Le mani diventano quindi un canale attraverso cui passa l'energia dell'universo che riequilibra quella insita in ciascuno di noi.

Il primo effetto del trattamento Reiki è una sensazione di profondo rilassamento e sollievo che fa sentire parte del tutto. Molti raccontano di aver sconfitto malattie incurabili grazie al Reiki. Allo stesso modo il Reiki è un sicuro toccasana contro stress e depressione. L'unica condizione perché funzioni è l'adesione volontaria: il ricevente deve voler vincere la propria malattia.

Il Reiki non è un'alternativa alla medicina tradizionale, non diagnostica mali, il suo compito è agire sull'anima, i benefici per il corpo sono una conseguenza. Il Reiki piuttosto che escludere altre cure può esserne un complemento ed è un ottimo sistema di prevenzione per ogni tipo di disturbo.

Praticare il Reiki è rilassante, perché non si fa uso della propria energia per trasmetterla agli altri (come accade nella pranoterapia), ma si agisce solo come un "canale" che trasferisce agli altri una energia superiore.

Esistono tre tipi di trattamento Reiki. Quello più consigliato è quello generale in cui le mani vengono imposte su tutti gli organi vitali, lasciando che l'energia si irradi spontaneamente nelle parti che più ne hanno bisogno. Nel trattamento veloce il passaggio di energia si concentra sul punto di malessere. Infine il trattamento a distanza avviene con l'uso di speciali simboli visualizzati dal praticante Reiki e trasmessi telepaticamente al ricevente che si trova distante.

 

Come si diventa "guaritore Reiki"?

Il percorso si divide in tre gradi (o livelli): nel primo si riceve l'armonizzazione in quattro fasi. A questo livello, il praticante a cui vengono aperti i canali energetici, è in grado di essere mezzo di guarigione sia per se stesso che per le persone fisicamente presenti. Con il secondo grado (o livello) aumenta l'energia e si focalizza sulla guarigione emozionale, mentale e karmica di chi la riceve. Tutto ciò che è negativo, accumulato anche nel passato, viene a galla ed eliminato. A questo livello energetico superiore si possono effettuare anche le guarigioni a distanza, inviando l'energia telepaticamente, e si possono "guarire" o armonizzare situazioni ed eventi. Quindi il terzo grado, il livello di master, si impartisce a chi ha acquisito una particolare sensibilità e conoscenza di Reiki, e permette di trasmettere ad altre persone le armonizzazioni e i simboli.

"C'è molto bisogno di guaritori - auspica Diane Stein - quanti più se ne formano tanto meglio sarà per la terra. In questi tempi di cambiamento molti soffrono, compreso il nostro pianeta. Affinché il Reiki torni ad essere universale, bisogna creare nuovi insegnanti. Oggi non è morale che un sistema curativo sia in mano ad un'elite."

"Auto-crescita" e "auto-guarigione"

Il Reiki è un cammino spirituale, un aiuto a mettere in atto le proprie capacità di auto-guarigione. "Deve essere la persona a voler lavorare su se stessa alla sua guarigione, e per farlo deve cominciare a guarire la sua anima", dice Maria Luisa Mirabella, Reiki Master di Torino, "Senza la volontà di cambiare, di assumersi le proprie responsabilità, senza la propensione al perdono e senza aver preso la decisione di eliminare il rancore e l'odio dalla nostra vita, il Reiki può essere solo un bel metodo di rilassamento psicofisico. L'energia del Reiki è un'energia d'amore e se il cuore è "chiuso" come fa a passare l'energia? Il Reiki è un sentiero importante per l'auto-crescita e per l'auto-consapevolezza, sempre che venga utilizzato con grande amore e altruismo"#

 

L'imposizione delle mani sulla testa aiuta a sciogliere ansia e tensioni e ad allontanare la depressione.

 

 

Pensiero Positivo

Tratto dal libro "Vivere e Rinascere"
di M.Luisa Mirabella

 

Cambia i tuoi pensieri se vuoi cambiare la tua vita

Ho passato anni a pensare che la vita fosse difficile, che si dovesse sempre lottare, che ad ogni momento bello vissuto ne corrispondessero subito altri bruttissimi. Ho vissuto fino a 44 anni nella paura che se mi fossi concessa di vivere anche solo un attimo felice lo avrei pagato con gli interessi. Credevo di non meritare gioia, e pace e ciò che pensavo puntualmente si avverava.

Sembrava che la pace fosse una cosa lontana dalla mia famiglia, vivevo nel conflitto e conoscevo solo la lotta e l'attacco nelle relazioni. Mio padre diceva sempre: "Riesco ad ottenere tutto ciò che desidero ma solo dopo grandi lotte". E questo pensiero è diventato il mio stesso pensiero. Sono stata dotata di una grande forza di volontà, per cui con caparbietà mi proponevo delle mete e, in effetti le raggiungevo, ma solo dopo grandi lotte e difficoltà.

Siamo tutti essere dotati di libero arbitrio ma non sappiamo come usarlo. Siamo dotati di un grande potere, il potere del pensiero, abbiamo la possibilità di essere liberi e di scegliere come vivere la nostra vita e invece continuiamo a pensare di vivere in una prigione e che sia sempre qualcun altro a decidere per noi. Viviamo nella paura che da un momento all'altro ci possa crollare addosso il mondo e in funzione di questo pensiero ci convinciamo che il mondo sia brutto, pericoloso, difficile e che nessuno possa realmente accettarci o amarci.

Immagina ora, anche solo per un momento, di uscire da una prigione nella quale sei stato rinchiuso per 30, 40, 50 anni. Ecco, hai le chiavi, apri la porta ed eccoti fuori, sei libero! Sei libera! Sai come puoi provare questa sensazione meravigliosa e liberatoria? Cambiando il tuo pensiero e orientandolo verso una visione positiva della vita. Dal momento stesso in cui deciderai di farlo comprenderai il grande potere che hai in mano e la capacità che ti è stata donata di godere in pieno della vita. Il libero arbitrio è un grande dono e non è altro che "il potere di scelta"; gli animali, i vegetali, i minerali non ce l'hanno, e nemmeno gli Angeli ce l'hanno. Solo a noi è stata data questa grande possibilità, ma molti di noi ancora non la sanno usare.

Il pensiero crea

Ogni pensiero per il solo fatto di essere formulato ha la possibilità di creare la sua stessa realtà. Se non fosse stato per un pensiero non ci sarebbe l'elettricità, non ci sarebbero case, muri, mobili, quadri, ecc. Insomma tutto ciò che è materia è nato da un pensiero che è divenuto convinzione e quindi realtà.

Se tu hai mai avuto delle idee politiche, religiose, sociali o altro puoi facilmente risalire al primo pensiero che le ha causate. Forse i tuoi genitori erano di un dato partito politico e tu sei cresciuto in quel pensiero. Forse sei vissuto nel conflitto e hai pensato che la vita fosse la realtà che in quel momento vedevi. Forse hai generalizzato un concetto: "Non ci si può fidare di nessuno" e questo pensiero è diventato poi la tua realtà. La verità è che il pensiero crea, per cui potremmo dire: "Dimmi ciò che pensi e ti dirò che vita hai."

Vuoi provare a vedere che pensieri hai e ad analizzare brevemente con me la tua vita?

Prendi un foglio di carta e di getto scrivi: "Ciò che penso della vita è che la vita è: ..., ..., ..."(prenditi tutto il tempo che ti occorre).

Fatto? Bene, ora sottolinea tutti i pensieri negativi, quindi osserva la tua vita fino a questo momento.

Ad esempio, se hai scritto: "La vita è difficile", chiediti se la tua vita fino ad oggi è stata semplice, facile, divertente. Sicuramente no. Se hai scritto: "La vita è lotta", chiediti se hai dovuto lottare fino ad ora per ottenere ciò che desideravi.

Quando hai terminato questa analisi, passa a scrivere tutti i pensieri che hai sull'amore, sulle relazioni, sui soldi. e al termine analizza la tua vita in base ai pensieri che hai scritto.

Quando hai terminato questo lavoro, prendi il foglio di carta sul quale hai scritto tutti i tuoi pensieri negativi e brucialo.

Per te sta iniziando una nuova vita, fatta di nuovi pensieri!

Il pensiero attrae

Il pensiero è una vibrazione, è come una calamita che attrae a sé ciò di cui ha bisogno per essere confermato.

Uno dei miei pensieri era che "la vita è difficile", e stranamente, mi capitavano sempre situazioni difficili e intricate. Si potrebbe pensare che il pensiero-base: "la vita è difficile" mi fosse venuto dopo varie situazioni difficili, ma invece non è così. Quel pensiero si era già formato al momento della mia nascita, quando sono venuta al mondo con un parto cosiddetto "difficile", un parto podalico.

Il "trauma del parto" determina il primo pensiero che formuliamo sulla nostra vita.

Così come un venditore ha bisogno di conferme - ovvero di gente che compri la sua merce - per sapere se è un bravo venditore, allo stesso modo i nostri pensieri hanno bisogno di attirare persone e situazioni adatte ad essere confermati. In realtà non ci importa tanto la qualità di ciò che ci viene confermato, quando che ciò che pensiamo ci venga confermato.

Pensa per un attimo a come ti senti soddisfatto quando ciò che hai pensato di un'altra persona si dimostra vero. Con vanto o presunzione puoi dire: "Visto che avevo ragione...". Pensi veramente che per ciò che riguarda te sia diverso? Ogni tuo pensiero attira le persone giuste e tutto ciò che gli è necessario per esserti confermato. Quindi se hai pensato: "In me c'è qualcosa che non va, non posso essere amato", forse inconsciamente hai peggiorato il tuo aspetto fisico, ti sono sorti herpes, acne, grasso superfluo, forse ti sei messo una maschera da "antipatico". Quando gli amici faranno feste e non ti inviteranno, o la tua ragazza ti lascerà dicendo che non è possibile sopportarti, in fondo sarai soddisfatto, perché dentro di te una vocina ti dirà: "Vedi? È propri come pensavo".

Per riassumere

 

 

Yoga

I quattro elementi

Ognuno di noi ha un compito, un lavoro particolare da realizzare su questa terra, ma non sempre è facile scoprirlo o comprendere quali sono le strade da percorrere per identificarlo e finalizzarlo. Forse, anzi questo è il compito più difficile per l'uomo.

 

Terra, Acqua, Fuoco, Aria, qual è il significato di questi quattro elementi? Ognuno di questi elementi ci offre un insegnamento, ogni elemento ha in sé una particolarità che, se adeguatamente capita e interiorizzata, ci permette di sintonizzarci sul cammino adatto per svolgere il nostro compito. Studiare gli elementi significa quindi intraprendere una via per incontrare noi stessi.

 

Elemento Terra

La Terra rappresenta la struttura, il terreno su cui gli altri elementi si manifestano. Ognuno degli altri elementi è in costante rapporto con essa, nascendo e morendo nel suo regno. La qualità Terra è nutrimento, stabilità, solidità, equilibrio, centro. Vivere l'elemento Terra vuol dire sentirsi parte integrante della vita, trovare il proprio "posto" (o compito) nel mondo.

La via della Terra è la prima "via femminile", la seconda è quella dell'acqua, mentre le due "vie maschili" sono quelle del fuoco e dell'aria. La terra rappresenta il "dove" l'uomo è stato posto per divenire materia. La caratteristica dell'elemento Terra è la fertilità, la Terra dà la vita, la riprende e immediatamente la restituisce, non si ferma mai.

Nella via della Terra, il primo grado di evoluzione o realizzazione è la "collaborazione". Collaborare con la Terra significa non devastarla; in un'accezione più ampia significa anche scambio tra gli uomini. La collaborazione è vitale poiché, senza di essa c'è sofferenza e solitudine. Anche se ognuno ha la sua "via", tuttavia nessuno può realizzarsi da solo, collaborare vuol dire condividere. Collaborazione tra simili significa "avere una sola Terra", una sola madre e quindi un unico suolo che ci accomuna tutti e verso il quale va convogliato il lavoro di tutti.

Quando riconosco ciò a cui sto collaborando e lo sento in me allora ne comprendo l'energia e lo accetto. Comprendere significa "vedere" cioè imparare ad usare bene non solo la vista ma anche l'udito. Comprensione è il secondo grado di evoluzione. Il saggio ascolta e guarda e così comprende. In questo caso "comprendere significa "prendere in se", "incorporare", "far germogliare dentro" e questo è l'insegnamento dell'elemento Terra.

La Terra ci insegna la Fertilità; la Fertilità ci porta alla Collaborazione, la Collaborazione alla Comprensione; la Comprensione alla Saggezza.

La Saggezza rappresenta il terzo grado di evoluzione che porta l'essere umano al risveglio.

La Terra è il primo tra gli elementi perché essa rappresenta il sostegno su cui ogni elemento si esprime.

Il simbolo associato all'elemento Terra, nella tradizione indiana, è il serpente. In molte stampe antiche viene raffigurato avvolto su se stesso alla base della colonna vertebrale e rappresenta Kundalini, ovvero la forza vitale originaria che si "srotola" lungo la colonna vertebrale fino a raggiungere la sommità del capo. Alla fine di questo "viaggio iniziatico" il serpente avrà subìto una trasformazione e diverrà un "drago".

I segni zodiacali collegati all'elemento Terra sono: Toro, Vergine, Capricorno.

 

Il segno del Toro

(Dal 21 Aprile al 22 Maggio)

Il segno del Toro risveglia nell'essere umano un potente istinto di conservazione che determinerà in modo incisivo il bisogno di assicurarsi innanzi tutto la sopravvivenza. La famiglia costituisce il luogo privilegiato da cui egli riceverà la forza d'amore necessaria alla sua crescita e al suo sviluppo. Sotto il segno del Toro l'individuo prende coscienza del suo bisogno imperioso di attenzione e di calore. Questo sentimento è generalmente così forte che può condurre ad una tendenza alla possessività e alla gelosia..

L'appartenente al segno del Toro rivela di saper ben vivere, di essere un epicureo placido, dotato di un senso estetico raffinato.

 

Il segno della Vergine

(23 agosto-23 settembre)

Gli appartenenti a questo segno sono individui dall'intelligenza lucida e analitica, possiedono il gusto per il dettaglio, la precisione e l'esattezza. Il rigore, l'obiettività e anche l'umiltà sono ugualmente qualità privilegiate per loro. Le energie di questo segno concorrono a rigettare tutti i valori superficiali, esteriori o secondari per privilegiare un ardente desiderio di perfezionamento. Tutto ciò esige un grande lavoro interiore. Estremamente coscienziosi e seri danno grande importanza al lavoro e sono dei subalterni molto affidabili. Raramente soddisfatto si mostrerà spesso scettico e critico. Il segno della Vergine invita ad una ricerca dell'ordine, della disciplina, ma anche della purezza e dell'integrità

 

Il segno del Capricorno

(22 dicembre-21 gennaio)

Questo segno inclina l'uomo a concentrare tutte le sue energie al servizio della concretizzazione dei suoi ideali. L'appartenente a questo segno, sapendo fissare un obiettivo, agirà lentamente e metodicamente per pervenire ai suoi fini. Il segno del Capricorno infonde all'essere umano una potente forza interiore che si esprime principalmente con un grande rigore unito ad grande potere di concentrazione. Essendo molto coscienzioso, egli pensa che qualunque compito merita di essere eseguito nel migliore dei modi. Dominando perfettamente la sua emotività, egli sa dare prova di sangue freddo ed è capace di resistere a condizioni di vita molto dure. Il segno del Capricorno sviluppa un notevole senso della realtà, considera le cose per quelle che sono e non cerca di trasformare il mondo scoprendo così la perfetta armonia che esiste in lui e nell'universo. Svilupperà così una natura nobile, autentica, profondamente integra e altamente ambiziosað#

 

 

Il massaggio

Principi del massaggio Shiatsu

La tecnica del massaggio shiatsu si sviluppò al principio del XX secolo in Giappone, a partire dai metodi cinesi di guarigione anma e do-in. L'anma assomiglia al massaggio comune, mentre il do-in è strettamente imparentato con lo Yoga indiano. Pertanto, lo shiatsu combina i due metodi curativi che hanno dato prova di efficacia per millenni e, malgrado la sua giovane età, fa parte dell'esperienza dell'antica medicina orientale.

La teoria orientale dell'energia

Nella medicina occidentale si considera l'energia come il rendimento di lavoro che un organismo può produrre sulla base di processi fisici e bio-chimici. Anche l'energia psichica, il carattere, dipende soprattutto dalla forza di un individuo originata biochimicamente. Gli alimenti, mediante il metabolismo sono trasformati in energia e materiale strutturale per il corpo. Nella medicina orientale il concetto di energia non è tanto ridotto. Naturalmente la digestione e il metabolismo, come fonti di energia svolgono anche qui un ruolo importante, però non decisivo come in occidente. L'energia, secondo gli orientali, si origina, in primo luogo per l'interazione dell'elemento yin (principio femminile) e yang (principio maschile). Nella terapia giapponese dalla quale sorse lo shiatsu, questi due principi si denominano kyo (yin) e jitsu (yang). Negli esseri umani lo yang significa la coscienza e lo yin la forma. Se i due principi interagiscono bene nel corpo, l'individuo si sentirà bene. L'alterazione di questa armonia causerà malattia, e la separazione dello yang e dello yin causerà la morte.

Il sistema dei meridiani

Secondo il punto di vista della medicina orientale, l'energia circola per l'organismo attraverso canali denominati meridiani. I medici occidentali non conoscono queste vie energetiche e fino ad oggi non sono riusciti a individuarli anatomicamente. Nonostante ciò l'esperienza dimostra che questi meridiani energetici realmente esistono nel nostro corpo.

Nel massaggio shiatsu giapponese si distinguono "12 meridiani regolari". Alcuni di questi meridiani sono associati con funzioni di organi interni, perciò rendono possibile il trattamento esterno delle loro alterazioni patologiche. Nelle persone sane l'energia fluisce senza impedimenti lungo l'organismo attraverso i meridiani.

La diagnosi shiatsu

Perché il trattamento dell'indisposizione dia risultati è necessaria una diagnosi esatta. La medicina orientale conosce quattro metodi principali di diagnosi:

Tecnica del massaggio shiatsu

Il massaggio shiatsu può, da un lato, stimolare il flusso debole di energia e, dall'altro, attenuare l'energia eccessiva. Per far questo esistono diverse tecniche di massaggio e posizioni base del paziente. Per ottenere un ottimo risultato dal massaggio occorre prima tenere presenti tre condizioni:

    1. Riscaldamento del corpo: mediante il massaggio si rilassano i muscoli e i legamenti e si produce una migliore circolazione sanguigna, vale a dire, si riscalda tutto il corpo.
    2. Rilassamento dei muscoli per tensione: prima del trattamento si rilassa la muscolatura stirandola al massimo e rilassandola nuovamente. Questo si ottiene lavorando con le mani gruppi di muscoli, senza muoverli attivamente.
    3. Fissare un punto d'appoggio: sostenere il paziente. Durante la terapia questa condizione la compie una mano, mentre l'altra effettua il massaggio senza sforzo. Quando si utilizzano entrambe le mani per il massaggio, la base sulla quale sta seduto o sdraiato il paziente svolge la funzione di punto d'appoggio.
    4. Automassaggio shiatsu

    5. L'automassaggio shiatsu non richiede molto tempo, grazie al massaggio regolare l'energia circola rapidamente in modo armonico per tutto il corpo e aumenta le resistenze contro le malattie.

Apatia

Se vi svegliate la mattina depressi, collocate 3 dita di ogni mano alla vostra desta sulla zona del fegato e premete 10 volte per la durata di tre minuti circa, senza esercitare molta forza. Questo esercizio solleva l'animo e migliora il buon umore#

 

 

Libri letti per voi

 

"Il destino come scelta"

di Thorwald Dethlefsen,
Ed. Mediterranee

Una risposta nuova alle antichissime domande che da sempre l'uomo si pone sul significato della vita e del destino. L'autore esamina anche i problemi base dell'astrologia, dell'omeopatia e della reincarnazione, ed afferma che confrontandosi con queste antiche, basilari conoscenze, l'uomo moderno potrà prendere in mano consapevolmente e responsabilmente le redini del proprio destino.

 

"Credere per vedere"

di Dr. Wayne W. Dyer

Basta credere che possiamo: trasformare la nostra vita in quello che ci piace di più. Prefiggerci degli obiettivi e raggiungerli realmente. Trasformare gli ostacolo in opportunità. Liberarci dai sensi di colpa e dai turbamenti. Sviluppare una forte autoconsapevolezza. Migliorare le nostre relazioni con il prossimo. Scegliere il benessere. Fare ogni giorno quello che ci piace.

 

"Il libro del Reiki"

di Diane Stein

Ed. Pan

Il Reiki è un antico e semplice metodo di guarigione tramite l'imposizione delle mani, dalle quali si sprigiona energia risanatrice, e affonda le sue radici nel buddismo tibetano.

 

"La relazione d'Amore"

di M.Luisa e Sergio Pinarello

disponibile presso il Circolo

Come sintonizzarzi con la propria anima gemella e cosa fare dopo ...

 

  

 

Ascoltati per voi:

di Roberto Galvano

 

 Qualche anno fa venivano chiamati "sorcini", sono i fans di Renato Zero. Tra i testi di questo grande artista ritrovo verità e messaggi positivi, come in questa canzone tratta dall'album "L'imperfetto" del 1994, il cui titolo è:

Dubito

Di Renato Zero - Podio

Noi lì a guardare la stella cometa,
protagonisti di mille e una vita,
ci tramandiamo le nostre sfortune, le lune.
Nati e ignorati, pirati se vuoi
Noi senza miti né santi con noi
Noi belli dentro, noi comunque contro
Noi che cadiamo e ci rialziamo subito.
Ci siamo persi in immense pianure
Nude nel vento le nostre paure.
Forte è la rabbia, se un'anima è sola non vola.
Addormentati nel buoi del cuore
Dove il dolore non fa più rumore
Svegliati adesso! Dai sveglia l'amore!
Che nessun altro lo può fare...
Dubito che tu potrai capirci, dubito
Che potrai digerirci, dubito.
Che il tuo veleno è dolce. Dubito.
Non è questione di pelle, non è l'abito.
Noi figli di un momento atomico,
strano miscuglio biologico, un caso clinico.
Siamo l'opposto di quello che sei.
Noi. Una risposta che non giunge mai, logico, logico!
Noi un dettaglio di questo pianeta. Noi, non ci compra nessuna moneta.
Noi naviganti, randagi, ambulanti, così invadenti.
Che ci ammaliamo di sogni e di vita
Noi con lo zucchero sopra le dita.
Che se rubiamo non ci nascondiamo.
Che quando amiamo ci inabissiamo.
Dubito che subiremo al buio, dubito.
Che ti faremo ancora credito
Se il cielo non torna limpido
La nostra pazienza è a un punto critico
Vogliamo riprovare il brivido
Noi la miscela, la spinta, l'idea
Il pane e la poesia
Nei calendari, processioni e cortei
Stanchi di essere ombre di eroi. Dubito.
(parlato)

E se smettessimo di piagnucolare, di commiserarci.
Di farci del male. Se provassimo a dirci quello che c'è da dire...
Ritrovando la gioia di starci a sentire.
Se non fossimo più portatori d'oblio.
Lacerati e divisi: questo è tuo, questo è mio.
Senza precauzioni, recinzioni o fobie.
Che la vita è più sana senza troppe bugie!
Cacceremmo quei ladri, impostori, ruffiani.
Se non fossimo insieme ci saremmo domani.
Quando la tua ricchezza è un prezioso consiglio,
ti sarai meritato il rispetto di un figlio...
non si può più aspettare per salvare il pensiero.
E stavolta non dubito che sei un uomo davvero
Che sei un uomo davvero. Davvero ... vero!

 

Non è una canzone è un'emozione, una serie di fotografie sull'essenza di esistere ...

A presto!

Roberto

 

 

Corsi, attività, seminari, incontri
Il Corso delle Relazioni
Vivificazione e Rinascita
Parla al tuo Angelo
Scuola VIP-Yoga
Reiki
Wesak

 

 

 

VIP ViviamoInPositivo - Associazione Culturale - via Cristalliera 25 - 10139 Torino - Tel e Fax: 0117499917
Sito Internet: http://www.viviamoinpositivo.org - E-mail: viviamoinpositivo@gmail.com